Indoboard… per tutti e per tutto il corpo!

Indoboard… per tutti e per tutto il corpo!

L’Indoboard è uno strumento di allenamento per l’equilibrio ed è costituito da una tavola di legno colorata o color legno (deck), di forma ovale e di lunghezza pari a poco più di mezzo metro. La tavola può essere resa più o meno instabile, grazie all’impiego di due diversi supporti: un rullo di forma cilindrica e un cuscino rotondo e morbido.

  • L’uso di questi sostegni, in entrambi i casi, rende la tavola variamente oscillante nelle diverse direzioni e riproduce quindi fedelmente la situazione che si incontra praticando il surf: chi sale sull’attrezzo, in pratica, riceve gli stessi stimoli neuro-motori che riceverebbe mentre ci si diverte sulla tavola.
  • Non a caso, da oltre 20 anni l’Indoboard viene utilizzato con successo nel training specifico degli atleti di surf, kite-surf, wakeboard, windsurf, skateboard e snowboard, cioè di tutte le discipline sull’acqua, a secco o sulla neve che richiedono equilibrio e buon controllo del corpo, perché comportano evoluzioni più o meno complesse in una condizione di instabilità costante.
  • Oggi l’Indoboard approda anche e su vasta scala nel mondo delle palestre e diventa uno strumento di fitness accessibile a tutti. Nella variante con il cuscino rotondo è protagonista dei corsi di gruppo in sala, mentre il supporto cilindrico, che procura maggiori difficoltà perché “rotola”, si usa negli allenamenti con il personal trainer, o nelle sperimentazioni ludiche con approccio “fai-da-te”.

I benefici
La peculiarità del training è che vengono efficacemente stimolate importanti qualità neuro-motorie, come l’equilibrio, la destrezza e la coordinazione: ogni gesto e ogni esercizio sulla tavola basculante, infatti, richiede una costante attenzione al mantenimento di una postura corretta e bilanciata e un continuo lavoro di stabilizzazione del corpo. Questo comporta grandi vantaggi anche dal punto di vista dell’allenamento muscolare, ed inoltre è anche divertente.

  • Quando infatti si eseguono esercizi di tonificazione a terra, le fibre muscolari si rinforzano in misura proporzionale alla quantità di lavoro effettuato: quanto più si aumenta il numero delle ripetizioni, tanto più i muscoli vengono potenziati. Una lezione di questo tipo non solo è monotona, ma la ripetitività dei movimenti porta l’organismo a una sorta di adattamento, per cui i muscoli coinvolti imparano a far lavorare meno fibre e a risparmiare energia: quindi si tonificano meno e bruciano meno calorie.
  • Se invece gli esercizi si eseguono su un appoggio instabile, il sistema nervoso deve reclutare le fibre muscolari con più attenzione, per compiere i gesti necessari e in più per mantenere il corpo in equilibrio: il risultato è un allenamento più preciso, più completo, basato sulla qualità e non solo sulla quantità dei movimenti.
  • Usare l’Indoboard richiede una continua concentrazione: non è possibile lavorare meccanicamente, pensando ad altro, perché si rischia di perdere l’equilibrio e di cadere dalla tavola. Al contrario, prestando attenzione a ciò che si fa e al modo in cui ci si muove, si impara a conoscere meglio il proprio corpo e le sue potenzialità, con grandi vantaggi anche in tutte le attività della vita quotidiana.
  • Sull’Indoboard, come sulla tavola da surf “vera”, si mettono in gioco tutti i principali gruppi muscolari: non solo quelli delle gambe, coinvolte in un continuo gioco di flesso-estensioni, e i muscoli del core (addome e glutei), indispensabili per il mantenimento della stabilità, ma anche quelli della parte alta del corpo.
  • Come infatti i surfisti, stando proni sulla tavola, raggiungono il punto in cui cominceranno le loro evoluzioni “remando” a forza di braccia, così nella lezione di Indo Fitsness ci si appoggia alla tavola oscillante per effettuare anche esercizi specifici per spalle, pettorali, dorsali e braccia. Il potenziamento muscolare, quindi, è armonioso e completo.

Per saperne di più…

SIMILAR POSTS

NO COMMENTS

Lascia un commento